Home > Editoria > IL BELLO DI BACCO: UNA CUVČE RAFFINATA DEL SAPERE

IL BELLO DI BACCO: UNA CUVČE RAFFINATA DEL SAPERE

Ha imparato l'arte e, non seguendo minimamente i consigli del proverbio, non l'ha mai messa da parte. Anzi, l'ha usata a piene mani e sempre con sapienza, a partire dal 1972, anno delle sue prime esposizioni. Più che di arte si potrebbe parlare di arti: scultura, pittura, grafica, design. E tanta editoria, studiando e progettando, fin dalle radici, e poi concretizzando con le pubblicazioni in edicola e in libreria, riviste importanti, giornali prestigiosi, libri, cataloghi d'arte. Insomma, gran comunicatore di emozioni attraverso composizioni basate su tre ingredienti: grafia, immagine e parola. Paolo Menon, questo il nome dell'artista veneto-lombardo, da qualche anno ha aggiunto a tutto il suo già ricco bagaglio la passione per il vino, con un occhio attento anche per tutto quello che di artistico gli gira intorno.
Ultima opera in materia nata dalle sue multicapacità artistiche è Il bello di Bacco e, come recita il sottotitolo, si tratta di «appunti di viaggio nelle eleganti terre enoiche dell'arte». Un libro gran formato stampato su carta pregiata, con inchiostri e tecniche particolari - e già questo basta per farne un pezzo prezioso - fitto di studi, ricerche, annotazioni, citazioni di opere e di artisti di epoche e stili diversi ma accumunati dalla matrice enoica. Un libro per palati fini, riccamente illustrato, capace di far fare un grande salto di qualità alla nostra cultura, di dare impulso al nostro desiderio di viaggiare in questo mondo dove miti, leggende, arti letterarie e figurative - dalle Coppe degli dèi dell'Olimpo alle moderne etichette - si amalgamano per dare vita a una cuvèe raffinata del sapere. (...)

RASSEGNA STAMPA
Testo di Franco Faggiani, tratto da «Libri diVini», © Il mio Vino, settembre 2009.

Nella foto, l’apertura grafica del terzo capitolo dedicato alla scultura de Il bello di Bacco (Appunti di viaggio nelle eleganti terre enoiche dell’arte) di Paolo Menon per i tipi del Centro Diffusione Arte.